La genialità della natura!

Immagine-059
Ditemi che non è geniale una verza! Ma dico: la perfezione di questo ortaggio,  la bellezza del suo colore e la meravigliosa consistenza delle foglie. Ho trovato questa magnifica verza all’interno di una cassetta bio….sapete quelle cassette di verdure consegnate settimanalmente dai Gruppi di Acquisto Solidale. Beh, non ci crederete ma aspetto con curiosità il mercoledì per vedere cosa mi consegna la natura! Essssì, proprio la natura! Perchè, come saprete (spero!) nei cassettoni bio c’è solo verdura di stagione e non è possibile scegliere. Insomma te magni ciò che trovi! Meravigliosa politica! Dovrebbero tutti adottare questa regola. Pensate a quanto può fruttare in cucina una verza: Involtini? Ripiena? Torta salata? Stufata con le mele? Mmmm….con le salsicce? Eddai un modo lo troverò senz’altro……..
Lo so che siete curiosi di sapere come sarà con le mele? In fondo sono sempre ingredienti di stagione, costano poco (e ciò non guasta:-) e ti regalano un gran piatto, magari da accompagnare alla carne di maiale.
E quindi via con la ricetta, a proposito la ricetta l’ho avuta da una mia cara amica esperta di cucina e navigatrice incallita http://www.donnapatrizia.com/, lei a sua volta l’ha avuta dalla Sig.ra Pina, mitica donna di cucina ex cuoca:
Verza con le mele
 
1 Kg. di verza
2 belle mele golden
1 cipolla o porro
peperoncino
sale
olio extra vergine
Tagliare la verza a julienne e lavarla con cura. Pelare le mele e tagliarle a fettine. Preparare un soffritto con l’olio, la cipolla o porro tagliuzzato e il peperoncino. Quando la cipolla si sarà stufata (aiutatevi con un mestolo di acqua) aggiungete la verza ben sgrondata e fatela saltare ed insaporire con la cipolla. Appena si sarà un pò ammorbidita aggiungete le mele a fettine, regolate di sale e lasciate cuocere a fuoco basso con coperchio.
Io l’ho decorata con altre fette di mele saltate in padella con un pò di burro. Questo piatto è ottimo, tipicamente invernale e un valido contorno. Questa prima ricetta la dedico a Patrizia e alla Sig.ra Pina!

Ogni commento é gradito