Minestrone….e vi sembra poco?

minestrone
E’ così, c’è poco da fare, quando si parla di minestrone tutti fanno: bleeeeeh! E vi dirò di più, io faccio parte di questa serie! Cosa mi ha fatto cambiare idea? Innanzitutto la saggezza: ciò si acquisisce con l’età e con le innumerevoli sòle che si prendono andando a fare spesa e cucinando ciò che la grande distribuzione ci propina. Ma quando ci si inbatte in Lui: il mitico, quanto speciale cassettone bio del mercoledì, come fare a storcere la bocca? Neanche io ci riesco, che non sono una grande amante delle verdure e men che meno dei minestroni. Quando quelle verdure così belle, così colorate, così fresche e soprattutto di stagione ti guardano ammiccanti come si fa ad ignorarle, ditemi? Non ce la faccio e quindi le mondo con amore e rispetto e cerco di assecondare la loro natura, cercando di esaltarne i sapori e di non disperderli. Perciò bleeeh o non bleeeeeeh oggi: Minestrone!
Quando ero piccola e trascorrevo l’estate da mia nonna, vedevo sempre con orrore che aveva l’abitudine di mettere nel minestrone in ebollizione la crosta  del formaggio di casa che si teneva da parte. Dico con orrore  perchè come tutti i ragazzini trovavo abbastanza incomprensibili tante cose, sopratutto in cucina e soprattutto nella tradizione della cucina di campagna. Vivendo in città non ero abituata alle cose genuine, al riciclio totale degli alimenti utilizzati in campagna e vederne tante per me era inaccettabile. Ma crescendo (e qui torna in ballo la saggezza) ho capito tante cose e non sapete quanto io le abbia apprezzate e darei qualsiasi cosa per tornare indietro con il cervello di adesso ma non si può…..Per cui, memore del gesto “incomprensibile” di mia nonna, mi tengo da parte le croste di parmigiano e le uso nelle minestre. In questo caso le ho messe nel mio minestrone. Le croste diventano morbide in cottura ma non si sciolgono, conferiscono un sapore “ruspante” alla minestra. Le taglio a pezzetti da cotte e le rimetto nel minestrone, poi lo servo nei piatti. Quando ti capita il pezzetto di crosta è delizioso veramente gradevole, un filo di ottimo olio extravergine e diventa un piatto da Re. Ma tutto dipende dalla qualità delle verdure, perciò guai a chi usa i preparati o i surgelati in questo caso avete tutto il diritto di fare bleeeeeeeh!:-)
Minestrone (ricetta non ricetta, c’è poco da dire parla la natura)
 
Cavolo nero
bietine
carote
spinaci
patate
pomodori
sedano
zucca (un avanzo del mercoledì precedente)
crosta del parmigiano
sale
olio extravergine
 
Ottimo!!
 
 

Ogni commento é gradito