Farro…..that’s all (3)

P2014566-1
Giuro! Sto facendo di tutto per imparare sia a gestire stò blog, sia a fare le foto, sia a capire come funzionano i social network ma abbiate pietà, non si può sapere tutto prima o poi diventerò bravissima! Detto questo vi posso garantire che a parte la foto di un color celestino/grigetto (ISO, sRGB, CF, HQ oddio oddio non ci capisco nulla:-() queste crocchette di farro sono semplicemente (già, s e m p l i c e m e n t e) deliziose. Mi esprimo così perchè sono veramente facili da fare e con pochi ingredienti (sempre grazie al sapore naturale del farro) diventano un gran piatto. Le ho abbinate ad una gustosa insalata di stagione: finocchi e arancia spellata a vivo, ma sarebbero ottime anche come finger food magari inzuppate in qualche salsina:….che ne dite di un maialissimo ketchup? Fatto da noi, ovviamente! A proposito ringrazio (dopo aver provato il suo ketchup e quindi rinnegato la versione commerciale…bleeeee) lo chef Enrico Bartolini e il Cavoletto per averla resa pubblica. Vi ho suggerito questa versione perchè vi garantisco che sono ottime anche fredde, oppure le potete servire con del lesso…..insomma fate voi. Vi ho incuriosito? Beh, sarò magnanima e visto che questa mi sembra migliore della precedente vi farò vedere meglio e più da vicino la crocchetta all’interno, così vi attizzerò di più!
Vabbuò dai passiamo alla ricetta:
 
Crocchette di farro (4 persone)
 
200 gr. di farro perlato
1 uovo
50 gr. circa di parmigiano grattugiato
noce moscata o pepe mix
sale
prezzemolo
un filino di aglio (o a chi piace di più)
buccia di limone grattata (ma veramente un sentore)
pane grattugiato
olio di arachidi
 
Far bollire il farro 30 minuti in acqua salata. Scolarlo, frullarlo per spezzettarlo un pò e lasciarlo intiepidire. Aggiungere l’uovo, il parmigiano, il prezzemolo, la buccia del limone (poca e solo la parte gialla), l’aglio (l’ho grattugiato e ne ho messo veramente poco, solo il succo estratto), la noce moscata (o pepe mix) e il sale (se occorre). Amalgamare bene il tutto e poi, aiutandovi con due cucchiai o con le mani, formate le crocchette e passatele nel pane grattugiato. Porle su un vassoio che possa entrare in freezer, lasciarle lì a riposare e a rassodarsi un pò (almeno un’oretta). Vedrete che l’escursione termica tra la crocchetta fredda e l’olio bollente vi faranno venire un fritto da guinness. Servite le crocchette tiepide ma, come ho detto sopra, sono ottime anche fredde!
E ora veramente that’s all con il farro….l’ho finito;-)

2 Comments

Ogni commento é gradito