Baked pork ribs…ovvero “Te lo metto io il porco in forno!!”

P2034573-1
Eccoci qua! Mai cucinato così volentieri un piatto…esssì ho aderito convinta all’iniziativa di dissenso di Norma Carpignano. E l’ho voluto fare con una ricetta lettone: avete capito bene lettone! Ho vissuto un periodo a Riga in Lettonia e lì il pork era l’alimento principe, quindi quando ho saputo dell’iniziativa mi sono venute in mente le innumerevoli ricette del posto. Dal momento che oggi avevo veramente poco tempo ma volevo fortemente esserci ecco qui un bel piattone unico. Ho scelto questa ricetta locale perchè per me quel periodo è stato importante: lì ho trascorso la mia “gravidanza” e sono diventata madre ufficialmente e col mio bambino e mio marito ho condiviso la città, gli usi, i costumi, il cibo, le iniziative folcloristiche ed ho voluto capire un popolo per capire lui. Non lo ringrazierò mai abbastanza per avermi dato questa possibilità. Non è stato facile e non lo è neanche ora ma lo è ancora di più perchè, in questo momento politico, economico e morale in cui si trova l’Italia mi fa male pensare che volontariamente ho deciso di portarlo via da lì…..forse sarebbe stato meglio rimane lì tutti e tre!….Quindi tornando al tema “Te lo cucino io il pork” ecco la ricetta semplice ma veramente sfiziosa:
Costine di maiale al forno (per 4 persone)
1 kg. di costine di maiale
4 cipollotti col verde
4 carote
4 patate
mezzo cavolo cappuccio
funghi champignon
sale, pepe, chiodi di garofano
zucchero di canna, aceto
Lavare bene le patate strofinandole. Tagliarle a metà e sistemarle in una teglia da forno con la buccia verso l’alto, versare sopra un pò di olio e mettere vicino le carote e i funghi mondati e tagliati a metà. Far cuocere in forno a 250°C fino a cottura e doratura. Incidere la pelle delle costine dalla parte senza carne, così viene via meglio mentre si mangia. Strofinarle con del sale e del pepe, adagiarle in una teglia con i cipollotti tagliati a metà e un poco di olio. Metterle in forno a 250°C fino a rosolatura. Nel frattempo tagliare a julienne il cavolo cappuccio, mondare un cipollotto e tagliarlo a pezzetti mettere tutto in una padella con un pò di olio e far stufare a fuoco allegrotto. Aggiungere i chiodi, il sale, il pepe. A fine cottura una cucchiaiata di zucchero di canna e poco dopo una sfumata di aceto. Comporre il piatto come da foto. Labu apetīti!!

1 Comment

  1. Ciao Sabry,
    grazie per aver partecipato con questa ricetta lettone! Sono sicura che ovunque deciderai di crescere tuo figlio lo farai nel migliore die modi con il cuore e con la testa, come donna, mamma, moglie e…. food-blogger!!!
    un saluto
    Kemi

Ogni commento é gradito