Smartbox, Angelina e le foodblogger

PA053459
Ci credete se vi dico che non riesco mai a mettermi davanti al computer? Si vabbè a parte al lavoro dove per l’appunto…lavoro! Ma se devo scrivere qualcosa sul blog, o commentare i post delle mie amiche foodblogger, o vedere facebook ho bisogno di un minimo di tranquillità….ah, ah, ah, TRANQUILLITA’ e cos’è? Appena la sera o il tardo pomeriggio riesco a mettere il mio, non da poco, “sedere” sulla sedia davanti al pc inizia, nell’ordine: mio figlio “maaaaammaaaaaa ho fame” “maaaaammaaaaaa ho sete” “maaaaammaaaa coccole”…….:( Senza parlare di mio marito (sant’uomo, ma non diteglielo!) dopo quasi 25 anni di matrimonio sembriamo soci di un’azienda! Si parla solo di soldi (che non ci sono ovviamente) e di strategie (come arrivare a fine mese in 3 lezioni; come far piacere a nostro figlio i compiti; come arginare il parentado; come svicolare dai vicini molesti; come riuscire a fare una visita medica tramite CUP, questo in 20 lezioni! e così via….) non si parla mai dei nostri desideri, dei sogni, delle fantasie…..ma attenzione! Nel momento in cui faccio quell’innocuo gesto di accendere il pc ed iniziare a pensare di buttar giù due righe per scrivere un post…..arriva lui che, preciso come un mal di pancia dopo un’indigestione di ciliege, ti cerca, ti trova e inizia a parlarti del buco dell’ozono o su cosa si può fare per arginare la fame nel mondo….:(….e tu lo guardi incredula con lo sguardo da cane bastonato invocando tra le rughe righe: pietà! Ma non capisce….ovviamente…per cui per il bene della tua “azienda” rifai quel gesto innocuo al contrario e…..SPEGNI il pc dopo praticamente 10 minuti che lo avevi acceso…..Tutta questa sfogo premessa è per dirvi che avrei dovuto già da tempo scrivere questo post, come molti altri che ho in un cassetto nella mia testa e nel mio hard disk portatile…già mi ha cazziato (per il ritardo) la mia amica Silvia con il quale insieme  a Serena, Patrizia, Giovanna e Alessio ho condiviso questa piacevole giornata organizzata ed offerta da Donata Zanotti, Responsabile Comunicazione di Smartbox (chiedo venia Donata!). Ma non tutti i mali vengono per nuocere cara Donata, per cui in prossimità delle feste natalizie e dell’avvicinarsi, inesorabilmente e alla velocità della luce, della primavera, chi di noi non ha un parente o amico che si sposa o un regalo originale da fare magari per ringraziare qualcuno per Natale? Tanto ormai non è più tempo per regalare fermacarte o cornici o servizi da tè. Pensate alla felicità di ricevere un cofanetto Smartbox magari per una giornata in una SPA (ahhhhh, che darei!!!), oppure per i più goduriosi (e chi non lo è…) un itinerario gastronomico tipo “Alla ricerca dei sapori perduti” un fine settimana da “Palato Jones“…A volte si parla di andare da qualche parte per svagarsi ma poi non lo fai mai, un po per pigrizia e un po perché la quotidianità ti fagocita inesorabilmente, ma un regalo così ti convince e ti obbliga ad abbandonare le pantofole e il telecomando per “tuffarti” in uno dei cofanetti di Smartbox! E proprio per testare uno dei tanti ristoranti che fanno parte del circuito Smartbox che ci siamo incontrate  da “Angelina” a Trevi, Roma. Un posticino delizioso, al centro di Roma, molto ricercato, tranquillo, bella gente e con la possibilità di poter mangiare sia alla carta che al ricchissimo buffet e cosa vuoi di più dalla vita? Un Lucano! Essì che ci sarebbe voluto dopo tutto ciò: 
Voi mi direte: ma ci sono i Groupon per queste cose….certo! E’ vero! Ma vi posso ribattere che a parte le “sole” (come si dice a Roma) che si prendono e che la sottoscritta (ahimè) ne è stata vittima qui avete la certezza matematica della garanzia e la raffinatezza del cofanetto (mica cotiche! come direbbe Bonolis) ma sopratutto la bella figura per chi lo riceverà. Ringrazio ancora Donata per la bella giornata e per avermi dato la possibilità di conoscere di persona le altre/i  foodblogger!
Ma cos’è SMARTBOX? Smartbox® è una società del gruppo Smartbox Experience LTD, leader europeo nel mercato del gift experience, presente in 19 Paesi in tutto il mondo con un numero di circa 40.000 partner attivi. Ciascun cofanetto tematico contiene una guida con una selezione fino a 1.000 attività tra  notti romantiche in dimore eleganti per chi ama il lusso, soggiorni in centri benessere per  chi vuole coccolarsi, degustazioni o pernottamento con cena gourmet per chi apprezza la  buona tavola, escursioni avventurose ed emozionanti per gli sportivi e gli intrepidi. Chi riceve Smartbox® in regalo potrà selezionare l’attività o il soggiorno che predilige e  poi prenotare direttamente presso la struttura, in qualsiasi momento dell’anno e senza restrizioni previa verifica delle disponibilità. Basterà poi presentare al proprio arrivo l’assegno regalo in dotazione nella Smartbox® e prepararsi al divertimento. (preso dal Blog di Silvia). 

9 Comments

  1. Ti capisco benissimo. Anche mio marito quando accendo il pc ha lo stesso comportamento del tuo. Le foto dell' incontro sono bellissime.Ora vado a sbirciare lo Smartbox.Baci

  2. carissima sabry come ti capisco! il tempo è sempre pochissimo, gli impegni tanti e quello che ci piace fare? arriva sempre in coda.. meno male che ci sono le amiche, virtuali, reali e quelle che si materializzano dal pc in persone carne d'ossa proprio in occasioni come questa!:* spero di rivederti presto;) un abbraccio:*

  3. Bene!
    Potrebbe essere la volta buona che io vada da Angelina…
    Ma anche che io decida di non mettere MAI su famiglia!
    (Non sono una senza cuore, sicuramente prima o poi accadrà)
    Ok, Mai dire mai, ma meglio tardi che mai!
    Ahahahahah!!
    Baci Sabry, tieni duroooooo!!
    Noi ti aspettiamo qui anche quando avrai tempo! 🙂

  4. Ragazze carissime, il mio quando mi vede al pc, (sempre) non si è mai permesso di dire, vorrei…ho fame, ho sete…se ha fame aspetta o mangia, se vuole il caffè pure, ma addestrateli un po' questi mariti!!! battute a parte, ma io non ho mai detto a lui, mentre scrive un articolo, spegni, e lui non lo dice a me, questa è la regola principale della convivenza, già molto, molto difficile (parlo per tutti del matrimonio) per cui cara Sabry prenditi i tuoi spazi, e qualche volta non ti alzare, vedrai che imparano a mangiare, bere e fare tutto…poi hai scritto un bellissimo post…un abbraccio

Ogni commento é gradito