Pasta con farina di lenticchie, ceci, fave e pesce spada

P5120979
Finiti i bagordi pasquali ci si deve per forza di cose rimettere in riga. A parte la prova costume, a cui si può ovviare cambiando destinazione estiva, ci si deve voler bene a prescindere e ogni tanto dedicarsi al benessere fisico anche dall’interno. In questi giorni sono in ferie e complice il tempo disponibile mi sono dedicata ad un esperimento: ho acquistato questa meravigliosa farina di lenticchie dell’Azienda Agricola Poggi. Mi ha intrigato perchè farina di lenticchie non ne avevo mai vista, poi ho chiesto gli utilizzi in modo particolare la pasta….ho pensato sarebbe ottima col pesce! Ed invece mi hanno esortato a desistere perchè non avendo glutine non aggrega e quindi impossibile pensare alla pasta….beh…forse hanno ragione mi son detta! Ma poi… perchè non provare? E allora ho voluto tentare e invece del solito canonico 20% di prodotto insieme alla farina 0 ho voluto provare ed osare di più:  50/50! E detto fatto, poi ho avuto paura della cottura…e se si sbriciolano o sciolgono in acqua bollente?….tentar non nuoce…e invece…meravigliosi!
 
 
Pasta di farina di lenticchie
 
200 gr. di farina di lenticchie Poggi
200 gr. di farina 0
1 albume
 
Fare la fontana con le due farine aggiungere l’albume e impastare. fare la palla e lasciare riposare una mezzora. Pizzicare la pasta e ricavarne dei gnocchetti che stenderete a “mozzicone di sigaretta” poi con un ferretto o come me con uno stelo di grano essiccato spingere sopra al pezzetto di pasta e trascinare sulla spianatoia in avanti e indietro fino a formare un fusillo. Ripetere l’operazione per tutto l’impasto. Adagiare su un canovaccio infarinato per farla un poco asciugare. Perfetta!
 
Visti i risultati ho elaborato una ricetta col pesce e con i legumi, ed è venuta veramente squisita! Non vi do le dosi del condimento perché è molto di fantasia ma ve la descrivo:
In una larga padella ho messo dell’ottimo olio extravergine con uno spicchio di aglio e peperoncino. Dopo averli fatti insaporire un poco ho aggiunto le fave sgusciate e i ceci lessati e scolati con del rosmarino. Dopo pochi minuti ho aggiunto i pomodori piccadilly a falde, ho aggiustato di sale e per ultimo ho aggiunto del pesce spada a dadini. Un paio di minuti solo per scottarlo ed insaporirlo. Ho buttato in acqua salata in ebollizione la mia meravigliosa pasta fatta a mano e sorpresa! Scolata, ha tenuto perfettamente la cottura! Mantecare col condimento e spolverare con abbondante pecorino! Sublime!
 
 
 
 

 

12 Comments

  1. Mamma mia Sabry! Che meraviglia. Non conosco la farina di lenticchie, mi mancaaa! Quel condimento fa venire letteralmente l'acquolina in bocca… Buoni… Sempre una me ne fai conoscere! E brava tu!

  2. esperimento più che riuscito mi pare, deve essere ottima, e mi viene voglia di provarla, complimenti cara, deve avere un sapore molto buono, hai osato e sei stata premiata, 50/50 era proprio un rischio…un abbraccio
    ps. sto provando con quella di fave…

  3. che palle, avevo scritto il commento e non lo vedo più…insomma ti avevo fatti i complimenti perché hai osato molto 50/50 è una percentuale alta per una farina senza glutine, brava davvero, mi viene voglia di assaggiarla, pensa che queste farine le davano agli animali…baci

  4. Ma tu guarda che spettacolo di pasta!!! Non conosco la farina di lenticchie.. nemmeno sapevo esistesse!!! mi piace l'abbinamento di legumi e pesce! un bacio grande

  5. Fantastica Sabry, una meraviglia di pasta! Ho usato la farina di ceci per la pasta e proverò quella di fave, ma questa mi manca! E che dire del condimento, un concentrato di sapori! BRAVA!
    Un bacione

  6. La pasta di lenticchie davvero non l'avevo mai vista 🙂 Complimenti per il piatto…provero'a cercare la farina di lenticchie qui in Olanda…intanto non mi perdo le tue prossime ricette 🙂

  7. mi è venuta una gran voglia! Credo siano strepitosi ed il mio compagno apprezzerebbe di sicuro! Adora le lenticchie. Devo trovare questa farina 🙂
    Mille baci dolcissima Sabry!

  8. Li avevo visti girare, ma come mio solito mi sono persa nel nulla.
    Bellissima e coraggiosissima questa pasta…al di la della farina di lenticchie al 50%, ma l'accostamento dei sapori.
    Il pesce spada sta bene ovunque e questa ne è l'ennesima dimostrazione.
    Grande Sabry!

  9. Da qui in su verso i più nuovi post li ho letti tutti ed ho ovviamente salvato le pagine. Nell'ultima ti ho salutata. Bacioni dalla vintage.

Ogni commento é gradito