Torta di Riso al Miele

P3300621
Arrivo proprio al penultimo giorno del contest della Rigoni di Asiago! Purtroppo il tempo è quello che è, gli impegni sono tanti e riuscire a concluderli tutti diventa sempre di più un’impresa. Non avevo mai provato i prodotti Rigoni, sono sincera, ma per fortuna (aggiungo io) le marmellate e le confetture le faccio da sola e il miele l’ho sempre comperato da produttori, quindi senza marca e senza pubblicità. Però ho saputo e sentito dire dalle mie “colleghe” blogger che questi prodotti sono eccezionali e così spinta anche dall’invito di Claudio Gagliardini a questo evento ho colto l’occasione per provare. La prova l’ho fatta con Mielbio al Limone. L’ho trovato profumato, delicato e con una consistenza molto vellutata, eppoi  è al limone!
Adatto a mille preparazione ma particolarmente versatile per un dolce. Quindi ho pensato, vista la naturalità del prodotto, di fare un dolcetto anche per celiaci: solo riso, amido di mais, miele e uova! Buono, buono come solo la semplicità sa essere! Unica condizione è di far cuocere bene il riso dall’inizio, come se fosse pronto per essere mangiato, evitate di farlo al dente, ne risente poi la riuscita del dolce. Infatti come tutti i dolci cosiddetti “da credenza” deve essere morbido come un ciambellone. Ho usato un riso piccolo un Fino Ribe. E per spolverizzare la teglia ho utilizzato burro e polenta fioretto.
Ah, dimenticavo: vista la primavera (anche se tarda ad arrivare) ho utilizzato delle ciliege disidratate da mettere nell’impasto al posto della classica uvetta (ma nessuno lo vieta). Le ciliege gli danno un bel colore rosso al taglio eppoi sono deliziose!
 
Torta di riso al miele (io, Mielbio Rigoni di Asiago al Limone)
 
riso Fine Ribe 250 gr.
latte 1 l.
bacca di vaniglia 1
sale un pizzico
tuorli d’uovo 4
amido di mais 2 cucchiai (20 gr. circa)
cicliege disidratate 100 gr.
polenta per spolverizzare la teglia
 
Portare a bollore il latte e unire il riso, 100 gr. di  miele, la bacca di vaniglia sia i semini che la bacca vuota (poi la togliete dopo), un pizzico di sale e cuocere mescolando fino a che non si sarà assorbito tutto il latte (ci vorrà almeno mezzora). Quando l’impasto si sarà raffreddato, aggiungere il restante miele,  i tuorli, l’amido di mais e le ciliege disidratate. Ungere una teglia di 22 cm e spolverizzarla con della farina di polenta fine (fioretto). Mi raccomando di ungerla bene di burro e polenta perchè vista la consistenza morbida dell’impasto tende ad attaccarsi al fondo della teglia. Cuocere in forno già caldo a 170°C per almeno 45 m.
Lasciate raffreddare bene prima di servirla.
 
Con questa ricetta partecipo al contest:

Il Miele protagonista di ricette dolci e salate

12 Comments

Ogni commento é gradito