Pasta alla Norma con Melanzane Striped Togo

20150906_133915_2

Meravigliose le mie melanzane!!! 
Quali? 
Guardate bene questa Pasta alla Norma Striped Togo! 
Cosa sono? Non lo so…E’ la verità! 
Ho fatto una ricerca in rete ma non ho trovato notizie relativamente a queste bellissime melanzane dette “a grappolo”. 
Essì perchè in effetti sono a grappolo ne più e ne meno come i pomodorini. Hanno una grandezza che varia tra il chicco dell’uva e al massimo una noce. Sono di un colore bellissimo che sa di estate: arancio, giallo e verde! 
In effetti la natura o gli innesti dell’uomo hanno creato una melanzana molto originale!
Guardate quante tipologie di melanzane ho trovato

Le mie sono partendo dall’alto la quinta fila dove occhieggia una melanzanine giallo/verde. Sono decisamente molto pittoresche con dei bellissimi colori.
Quando le ho viste al supermercato non ho resistito le ho dovute comperare poi avrei deciso cosa farne.

Ero molto indecisa su come cucinarle, non esistono ricette o meglio io non sono riuscita a trovarle nemmeno chiedendo la parola “recipe”….niente! 
Avevo pensato a farle sott’olio vista la loro minuscola forma ma ho fatto bene a ripensarci. 
Questo tipo di melanzana all’interno è identica a quella a noi conosciuta ha dei semini minuscoli e la consistenza gommosa come le normali. 
Ho voluto provare a friggerle proprio per decorare la Pasta alla Norma con Melanzane. Hanno avuto un buon comportamente nell’olio di semi di girasole si sono cotte bene e ho notato che la buccia si è leggermente sollevata e semi-staccata dalla polpa. La buccia è molto leggera, quasi un velo e trasparente. 
Le ho salate e lasciate per il condimento della pasta. 
All’assaggio sono molto buone ma amarognole proprio come melanzana vuole!
E’ vero che negli anni le hanno modificate geneticamente al punto che l’amaro naturale è stato eliminato, come per i peperoni, una volta capitava quello piccante ora non più! I ravanelli pizzicavano al punto tale che il piccante arrivava fin su nel naso un pò come il rafano…ora ahimè non più!
Insomma sono amarognole ma con il sugo con pomodoro e cipolla, naturalmente dolciastro, e la ricotta salata hanno reso equilibrato questo bel piatto di pasta.

Ora sto facendo ancora una prova con le rimanenti: le ho spaccate a metà e lasciate con del sale grosso a spurgare, come faceva mia mamma tanto tempo fa. 
Quindi così come sono non le farei sott’olio, ritengo siano troppo amare per essere mangiate in purezza.
Vi saprò dire dopo lo spurgo!
Pasta alla Norma con Melanzane Striped Togo

Pasta corta 400 g
una bottiglia di passata di pomodoro datterino Siciliano 100% 350 g
Mezza cipolla
Melanzane a grappolo 200 g
Ricotta salata Siciliana q.b.
Sale, Olio extravergine, Basilico q.b.
Olio di arachide per friggere
Friggete le melanzane dopo averle ben lavate con acqua e bicarbonato e tagliate a metà. Lasciarle scolare su carta assorbente e salarle. In una padella mettete l’olio extravergine e la cipolla affettata sottilmente, fatela diventare trasparente aggiungendo un poco di acqua. Ora mettete la passata di pomodoro e dopo averla salata fatela cuocere una decina di minuti. Lessate la pasta al dente e dopo averla scolata fatela mantecare un paio di minuti nella padella del sugo di pomodoro e cipolla. Impiattare la pasta con sopra le melanzane fritte e una grattata abbondante di ricotta salata con aggiunta di basilico fresco.

In effetti come avevo previsto nell’insieme del piatto l’amaro non si sente più, anzi è leggermente gradevole!

7 Comments

  1. Ossignur.. e che melanzane sono??? io conosco solo 3 varietà e invece.. quante cose ancora da sapere!! immagino che bontà questa pasta.. mi lecco le dita.. baci e buon lunedì .-*

  2. Da quello che so informandomi un pò a chi con pollice verde coltiva verdura e fa delle prove…sembra che le le melanzane a "grappolo" dette anche "nane" esistono di parecchi colorei esterni anche le viola oltre a quelle tue e poi ci sono anche quelle che hanno la forma di un pomodoro e sono rosse le ho trovate una volta sola. Sono tutti ibridi ma importante la bonta. Grazie della condivisione e buona giornata.

  3. Si, lo avevo visto questo link anche io ma non da notizie. Nessuno da notizie della provenienza, della zona di coltivazione, delle caratteristiche e manco na ricetta….comunque si conoscevo quelle a grappolo classiche ma così non le avevo proprio mai viste!

  4. Hanno una vaga somiglianza con le rosse di Rotonda, anche quelle hanno la buccia leggermente striata di verde, le trovassi le comrperei subito mi piacicono molto, dovrebbero averle al Carrefour di via XXI aprile quello ristrutturato adesso, farò un salto, sono proprio belle 😉

  5. Ciao Sabrina, ti ho trovata grazie ai tuoi commenti dalle altre blogger e sono venuta a curiosare. Mi piace il tuo blog e voglio seguirti, perciò mi sono unita ai tuoi lettori. La tua pasta alla norma, che l'ho fatta anche io parecchie volte, è buonissima. Ha un bel colore e immagino il buon gusto ! A presto ! Claudia !

Ogni commento é gradito