Spaghetto quadrato con acciughe, nocciole e pecorino

P7187465
 

 

 
 
La nocciola fa per me!
 
Questo progetto mi è piaciuto da subito, appena l’ho letto! Sarà che quando occorre scendere in campo per difendere o promuovere un prodotto italiano e valido sono sempre pronta, sarà che adoro le nocciole e le uso spesso in cucina sia per piatti che salati. Ma vi dirò di più spesso, ma dovrei più spesso, mangio 2 o 3 nocciole al giorno! Un leggero spuntino che mi impegna la masticazione per più di qualche minuto e mi evita di mangiucchiare schifezze dannose per la salute. Questo è il comunicato stampa del progetto al quale ho avuto piacere di aderire:
 
Italia Ortofrutta ha promosso il progetto “La Nocciola fa per me” per rilanciare la competitività e migliorare le prospettive nazionali di sviluppo produttivo e commerciale della nocciola.
A questo scopo è stato creato un raggruppamento di imprese composto dall’Unione Nazionale Italia Ortofrutta e dalle Organizzazioni dei produttori Euronocciola, Aoa e Agrinova Bio 2000, nonchè dall’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo che si occupa in particolare della valorizzazione delle migliori cultivar di nocciole attraverso indagine genetiche e fitopatologiche  e la costituzione di un campo catalogo dimostrativo delle diverse cultivar.
 
Obiettivi del progetto “La nocciola fa per me”
 
  • Incrementare la competitività di settore
  • Qualificare il prodotto attraverso una campagna di comunicazione sul web e sulla stampa al fine di migliorare l’apprezzamento commerciale delle nocciole per il consumo allo stato fresco
  • Valorizzare la nocciola sui mercati italiani ed esteri con la partecipazione ad eventi fieristici e una forte presenza nei punti vendita mediante un nuovo packaging che promuova le informazioni sul prodotto.
  • Diffondere corrette informazioni salutistiche sulla nocciola evidenziando che si tratta di un prodotto adatto a tutti e in particolare a chi fa sport, fitness o conduce uno stile di vita dinamico.
  • Incrementare le conoscenze e la competitività del settore con la realizzazione di specifici forum tematici di approfondimento e controllo tra operatori, consumatori ed esperti.
  • Stimolare il consumo della nocciola allo stato fresco in ogni periodo dell’anno.

 

Detto questo è chiaro, come si legge dagli obiettivi, che il compito di noi foodblogger è quello di dare una spinta in più ad un prodotto che già da solo non avrebbe bisogno di presentazioni e che invece sembra aver bisogno di aiuto per decollare in più campi.
 
Le virtù
 
  • Le Nocciole sono ricche di grassi insaturi utili per il cuore. Contengono acido oleico utile per innalzare i livelli di colosterolo “buono” HDL. Hanno un buon contenuto di magnesio anch’esso utile perchè il cuore rimanga in salute.
  • Il contenuto di vitamina E delle Nocciole è utile per la prevenzione di alcuni tipi di tumore, come quello alla vescica. La presenza del manganese protegge dal cancro. 
  • 100 gr. di Nocciole contengono l’86% della vitamina E di cui il nostro organismo ha bisogno ogni giorno. La vitamina E protegge la pelle dagli effetti dannosi dei raggi ultravioletti e dall’invecchiamento prematuro.
  • La loro ricca fonte di magnesio garantisce la salute delle ossa e delle articolazioni. Il corpo può immagazzinare magnesio a livello delle ossa e impiegarlo in caso di carenza d’emergenza. Le donne, sopratutto in menopausa, possono rafforzare le ossa e contrastare l’osteoporosi grazie ad una dieta ricca di magnesio.
  • Le Nocciole sono ricche di vitamina B1, B2, B3 e B9. Questo gruppo di vitamine sono necessarie al nostro corpo per ricavare energia dalle proteine. Vengono utilizzate per mantenere il nostro sistema nervoso in salute Contengono anche vitamina B6 utile per il nostro sistema nervoso.

 

 
Le Nocciole le uso spesso sia per dolci che per piatti salati e ne ho sempre in casa anche sotto forma di pasta per creare degli ottimi semifreddi o ricchi gelati. Ma la loro funzione maggiore la svolgono durante il periodo Natalizio che senza le mie adorate nocciole non potrei mai confezionare e regalare i miei pangialli.
 
In questa occasione ho voluto però dar lustro a questo nobile guscio e frutto con un primo piatto che a noi piace molto. Ho avuto modo di mangiarlo al ristorante della mia chef Necci Bertini e ne rimasi letteralmente rapita 
 
Spaghetto quadrato con acciughe, nocciole e pecorino
 
Per 4 persone
 
Spaghetto quadrato 320 gr. (Io ho usato La Molisana)
Acciughe  16
Pecorino 50 gr.
Nocciole tritate 2 cucchiai
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine, sale e peperoncino
 
Scaldare bene l’olio in una padella quindi aggiungere l’aglio, il peperoncino e soffriggere. Fuori dal fuoco aggiungere le acciughe pulite e dissalate. Cuocere lo spaghetto quadrato al dente, scolare e mantecare nella padella con il condimento all’acciuga aggiungendo se occorre un poco più di olio e poca acqua della pasta fino a creare una cremina. Togliere dal fuoco ed aggiungere le nocciole tritate e qualche scaglietta di pecorino.
 
 
 
 

7 Comments

  1. Mamma mia Sabrina…. sono le otto e io me li mangerei adesso. Bellissima e golosissima creazione! Bella iniziativa. La nostra terra ci offre delle nocciole fantastiche. Uno dei prodotti più versatili nelle nostre cucine! Questa iniziativa ci ha fatto tornare in mente una miriade di accostamenti e di ricette. Piacere che ci sono stata anche io!!!! Bacione!

  2. Ciao Sabry 🙂 Un post davvero interessante e una ricetta che mi strapiace!!! I tuoi spaghetti quadrati devono essere pazzeschi! 😀 Adoro le nocciole e a casa mia non mancano quasi mai, le mangio spesso perché hanno davvero molteplici proprietà 🙂 Un abbraccio e complimenti, buona serata 🙂 :**

  3. Ciao Sabrina!! Grazie per esserti unita ai nostri lettori:) complimenti per il tuo blogpieno di splendide idee!'
    Le nocciole le abbiamo in giardino, tra poco saranno mature per essere colte così potremo sbizzarrirci anche noi con qualche ricetta stuzzicante come questa!!
    Ci uniamo anche noi!
    A presto:)
    Laura e Sara

Ogni commento é gradito