Pesto alle erbe aromatiche per Girolio

PA118401
Una nuova tappa per il Girolio, questa volta la categoria è “Pesto“! 
Ho voluto omaggiare questo profumato pesto con una pasta degna di nota.
Ho conosciuto i Fusilloni di Grano Duro Cappelli allo stand della Ecor al 
Sana di Bologna. 
Un viaggio alla scoperta di varietà ritrovate: farro monococco, farina di grano duro Timilia, farina di grano Solina, cicerchia, roveja, lenticchie di Altamura…insomma un tripudio di prodotti biologici e soprattutto rintracciabili.
Le Terre di Ecor è una rete di aziende agricole indipendenti, unite da un rapporto speciale con la terra e da un impegno profondo nei confronti della natura. Lo scopo è avere prodotti di qualità da aziende di eccellenza ed economicamente sostenibili nel tempo.
Qui nascono i fusilloni che ho utilizzato per mio pesto alle erbe aromatiche e se permettete sono grano duro Cappelli e rintracciabili!
Se andate sul sito Ecor e nelle specifico ecor.it/pasta posso sapere che i miei fusilloni sono provenienti da due siti:  
La fattoria il Pino – Livorno (LI) 
– Giuli Rosselmini Gualandi Rosselmo – Piombino (LI)

Dopo avervi condotto alla conoscenza del veicolo che condurrà il mio pesto in questa ricetta vi spiego come l’ho preparato.
Quanto c’è da dire per un pesto? 
Non molto direi. 
In fondo il pesto è lui, unico, solo e mitico Pesto alla Genovese. 
Ma in realtà di pesti ce ne sono molti anche se la base è sempre la stessa: cambia la verdura principale a seconda delle regioni, del clima e della fantasia ma tutti in comune hanno un mortaio, oggetto indispensabile nelle cucine di un tempo sostituito oggi, ahimè, da mixer di varia natura. 
Parlavamo della base: ottimo Olio  Extravergine di Oliva, frutta secca che può variare tra pinoli, noci, nocciole e mandorle, pecorino, parmigiano, aglio…questo è comune ai tutti i pesti. 
Per le verdure si può spaziare tra il basilico, prezzemolo, finocchietto selvatico, pomodori, zucchine, rucola, ortica e chi più ne ha più ne metta.
Quello che vi proporrò io non sarà diverso dal classico Pesto alla genovese ma per variare e sfidare il palato ho voluto un insieme di erbe per vincere una sfida di sapori….e credo di averla vinta perchè si riesce a percepire assaggiandolo i diversi aromi.

Pesto alle erbe aromatiche
100 gr. di erbe aromatiche (basilico, erba cipollina, prezzemolo e finocchietto selvatico)
60 gr. di pinoli
1 piccolo spicchio di aglio
50 gr. parmigiano
L’olio extravergine d’Oliva DOP utilizzato è siciliano.
Olive Nocellara del Belice, Cerasuola, Biancolilla gramolato ed estratto a
bassa temperatura. Profumo fruttato, colore verde intenso.
sale
Scottare le erbe in acqua bollente per 20 secondi e raffreddare subito in acqua e ghiaccio. Frullarle con i pinoli ed un filo di ottimo Olio Extravergine, l’aglio. Appena pronto aggiungere il parmigiano reggiano e mescolare senza mixer.

Con questo pane partecipo al contest 
I Magnifici 6 per l’Associazione Nazionale Città dell’Olio in 
collaborazione con l’AIFB
nella categoria “Pesto

1 Comment

Ogni commento é gradito