Brunoise di Mandola Peveri, purea di patate e uova al tartufo

PA148476_2_2_2
Un bicchierino adatto ad un happy hour?, mi ha riportato alla mente un lontano natale del 2008 quando la mia Chef Necci ci suggerì questo sfizioso antipasto!
E  proprio un suggerimento per un Happy Hour hanno chiesto di rappresentare: un happy hour attento che promuova la tipicità dei loro salumi! 
E noi blogger abbiamo creato un aperitivo d’eccezione dove tra gli ingredienti principali primeggiasse un loro prodotto tra Coppa piacentina Dop, Pancetta
Piacentina Dop, Salame piacentino Dop e Mandola

Ma ora vi descrivo nel dettaglio di chi sto parlando. 
 Quando si tratta di valorizzare un prodotto italiano, ineguagliabile nel mondo, dove dietro al prodotto c’è una passione vera, una ricerca della qualità, carni selezionate e genuine e l’attenzione alla presentazione, la mia disponibilità diventa d’obbligo! 
Per questo ho accettato la partecipazione a questo contest del salumificio Peveri, tra
i migliori
produttori
di salumi emiliani. 
Trattano carni di suino del circuito DOP Piacenza, nato, allevato e macellato in
Italia, regioni Emilia
Romagna e Lombardia, salate per la trasformazione entro tre giorni
dalla
macellazione, stagionati nelle cantine rispettando il microclima senza forzature.
L’impasto delle carni per
i salumi viene preparato con macero di
aglio fresco nel gutturnio,
sale marino, estratti da piante aromatiche e spezie integrali non sottoposti
a processi di miscelazione con supporti di zuccheri e/o altre
sostanze, senza
glutine aggiunto, senza latte e/o derivati,
no OGM.
Tra queste meraviglie, sopra descritte, io ho scelto La Mandola: un salame prosciutto tipico della Bottega Peveri dal sapore dolce e delicato. Si consuma affettato a breve stagionatura. Ma io aggiungo, scusatemi Peveri, che è ottimo anche a cubetti, eccezionale se lo fai tostare a fettine sottili, un momento in padella senza olio e lo adagi lentamente su una zuppa di legumi.
Il suo è un impasto di carni magre di maiale, spezie e aromi macerati nel meraviglioso vino rosso dei Colli Piacentini Gutturnio.
Cosa vi devo dire di piu! 
Ah, si! Manca il meglio: 
appena togliete la busta di cellulosa naturale, vi invade un profumo fresco, dolce al taglio si presenta morbido….la fetta viene giù che è un piacere ma il piacere più grande è quando lo assapori e ti ritrovi in bocca un armonia di aromi nel giusto equilibrio tra sapidità e profumi….
……insomma una delizia!
Brunoise di Mandola Peveri, purea di patate e uova al tartufo
Mandola Peveri
Patate 3 medie
Latte una tazzina da caffè
Burro una noce
sale
Albume 1
Tuorli 2
Tartufo
Olio al tartufo (facoltativo se il tartufo è profumato)
Tagliare il salame in piccoli cubetti.
Lessare le patate e una volta cotte ridurle in purè. Aggiungere un poco di
latte, burro e sale. Far raffreddare e mettere in una sac a poche per poterlo
versare nei bicchierini. Solo in ultimo prima di servire fare le uova
strapazzate (ma attenzione NO cotte bensì a crema) mettendo solo un albume e
tuorli (es. se sono 3 uova sarà un albume e 2 tuorli). La composizione sarà:
cubetti di salame, sopra il purè di patate, le uova strapazzate, lamelle di
tartufo e un filo di olio al tartufo.
Con questa ricetta partecipo al Contest Happy Hour Dop con i Salumi Peveri

3 Comments

Ogni commento é gradito