C’è crisi c’è crisi e anche manovra!

PC126977
Come dicono Ezio Greggio e Enzo Iacchetti c’è crisi! E quindi vista la crisi io mi organizzo. Eggià signori miei cari che fate il bello e il cattivo tempo dell’Italia e degli Italiani, visto che avete deciso di farci andare di traverso la vita ebbene io, nel mio piccolo, ho deciso che almeno il Natale non me lo rovinerete! Perchè è vero che non c’è una lira e che personalmente “non tengo dinero” ma non rinuncerò a fare regalini perchè utilizzerò materiale di riciclo. Pochi soldi, giusto giusto lo stretto necessario per assemblare tanta fantasia! Poi ho la mia amica Carmen, che è un pozzo di idee e ha le mani d’oro! Mi ha suggerito quella bella corona che vedete in foto. L’ho vista in casa sua e me ne sono innamorata. Ci ho messo un pò per mettere da parte i tappi ma finalmente sono riuscita ad averne abbastanza per Natale. E le mie palle per l’albero? Belle vero? Sono di polistirolo, pochi centesimi l’una, le ho intagliate e ricoperte di stoffe varie che avevo in casa e poi per rifinirle ho utilizato dei nastrini o passamaneria e della colla liquida. Si procede così: si disegna, con una matita, sulla pallina un motivo che darà poi la disposizione geometrica delle stoffe e si ripassano le linee tracciate con un taglierino affondando di almeno mezzo centimetro. Poi si poggia sopra ogni “spicchio”, o altro disegno che si è creato, la stoffa e con una limetta di ferro per unghie si spinge la stoffa all’interno del solco. Si taglia con le forbici l’eccesso e, sempre con la limetta si fa sparire la poca stoffa che è rimasta dopo il taglio. Si procede così per tutta la superficie della pallina. Per coprire, in modo elegante la congiunzione fra le stoffe diverse, si applicano con una pistola per colla dei nastrini in tinta. Vendono anche delle piccole confezioni di anellini da applicare sopra la pallina per poi inserire un gancetto o un fiocchetto per attaccarla all’albero. Fatto! Sono bellissime da regalare confezionate in un sacchettino di plastica trasparente con un bel fiocco e con un simpatico bigliettino di auguri (fatto a mano, ovviamente!).
Per la corona di tappi: Tappi (ovviamente), una corona di spugna per fiori, colla con pistola, fruttini  finti (presi su bancarelle varie e riciclo di bomboniere), fette di arance essiccate. Incollare con santa pazienza i tappi in maniera irregolare facendo attenzione a preferire l’accostamento tappo-tappo piuttosto che tappo-spugna (tende a staccarsi quasi subito perchè la spugna è farinosa) e poi inserire a gradimento, con fil-di-ferro o sempre colla, i fruttini e le verdure laddove rimangono dei buchi e si potrebbe vedere la spugna verde. Ho incollato anche delle spezie: anice stellato e tronchetti di cannella.
Una nota per le fette di arancia: le ho essiccate in forno a microonde con un foglio di carta da cucina e uno sopra. Ho mandato a massima potenza pochi secondi più volte fino ad ottenere la consistenza che volevo. Per quanto riguarda il Natale ci ho abbinato un candelotto rosso ma durante l’anno ci si può sbizzarrire con candelotti del colore della tovaglia (per esempio!). Bello vero? Anche questo può essere un regalone per Natale ma io non ce la farò…….me lo terrò per me…..forse!! 
Poi se volete fare dei lavoretti con i vostri bimbi, come abbiamo fatto noi, sempre con i tappi di sughero si possono creare angioletti “deliziosi” 🙁 ……siiii con un pò di fantasia sono deliziosi….insomma…. basta che loro si divertano! Eppoi che c’è di più bello che creare tutto stò casino?????
Angioletti: tappi di sughero, nastrini, panno per lavandini, carta crespa dorata, raffia, pennarello nero, pennarello rosso, colla con pistola. EVOILA’! Anche loro saranno oggetto di regali natalizi……mica cotiche!!!! Altro che Spread….c’è crisi, c’è crisi e anche manovra!!!
Working in progress per il Presepe…..ma questo sarà oggetto del prossimo post!!!!
 
 
 

 

Ogni commento é gradito