Montblanc

montblanche
Autunno, Autunno….Sapete, non sapevo proprio cosa postare: posto le meringhe da sole o il Montblanch? Nell’indecisione le ho messe tutte e due! Ma si può postare un Montblanc senza la sua meringa? No che non si può! Mi sono venute da Dio! Mi vengono sempre da Dio….sì sì dai lasciatemelo dire lo sò che è pretestuoso ma è la verità: guardatele in foto! Sapete chi devo ringraziare? Pinella! Da quando ho provato sta ricetta non ho mai sbagliato un colpo! E con tutta stà bellezza e visto l’Autunno perché non fare un bel Montblanc! E così è stato. L’occasione si è creata con il compleanno di mio fratello che giustappunto oltre ad essere uno dei suoi dolci preferiti ha avuto la fortuna di nascere proprio ad Ottobre e fin qui….il brutto è che è anche il mio dolce preferito (potrei morire di Montblanc) ma IO sono nata a Luglio:-((( e dove lo trovi d’estate? Anyway! Passiamo alla ricetta và. Questo dolce è composto dalla meringa, dalla pasta di castagne, dalla panna montata e dai marron glacè. La meringa è la prima cosa che ho messo in moto, visto la lavorazione e la cottura in forno:
 
Meringhe di Pinella



500 g di albumi
1 kg di zucchero semolato + 250 g sempre di
zucchero semolato

40 g di farina “oo”
il succo di un
piccolo limone

Montate leggermente gli albumi e unite progressivamente lo
zucchero fino ad ottenere una meringa soda e lucida. Quindi, aggiungete il succo
del limone e continuate a mescolare per almeno 5 minuti. La restante parte dello
zucchero, cioè’ i 250 gr, si mescolano con la farina e si aggiungono alla
meringa a mano, cioe’ aiutandosi con un cucchiaio di legno. A questo punto,
prendere una teglia e rivestirla di carta forno. Mettete al centro una forma
tonda e spolverizzate tutta la teglia di zucchero al velo. Togliete la forma e
avrete ben disegnata una sagoma. A questo punto, sac à poche in mano e beccuccio
liscio e cominciate a riempire la sagoma partendo dal centro fino a formare un
disco. Mettete le meringhe in forno a 100°C e fate cuocere per il tempo
necessario (diciamo circa un’ora).

 

Per quanto riguarda le castagne, ahimè, è la nota dolente perché o avete la fortuna di trovarle al supermercato già lessate e sottovuoto al banco delle insalate in busta (sapete dove ci sono le rape rosse sottovuoto?) oppure, come ho fatto io, le ho comperate fresche, le ho lessate e poi, pazientemente, le ho sbucciate. Onestamente devo dire che se po fà….anche se è rognosetto. A questo punto vanno cotte di nuovo ma questa volta con il latte, il cacao e la vaniglia.

500 gr di castagne + 100 gr per compensare eventuali scarti
300 cl di latte
1 cucchiaino di cacao amaro
una bacca di vaniglia (solo l’interno)
zucchero a velo q.b.

Una volta disfatte completamente e assorbito tutto il latte passatele al passaverdura. Aggiungete poi un poco di zucchero di a velo, ma attenzione: poco. Devono essere appena dolci, ricordiamoci che dobbiamo unirle alle meringhe. A questo punto non rimane che montare la panna. Se volete che il vostro dolce rimanga più a lungo con voi e non vi tradisca io vi consiglio di mescolare alla panna un poco di fissante (tipo pannafix).
Montare il dolce: sul disco di meringa fare un giro di panna montata con la sac a poche, poi pezzetti di marron glacè e meringhe sbriciolate e con lo schiacciapatate una pioggia di fili di impasto di castagne e così via al secondo strato. Finire con i fili di pasta di castagne e un marron glacè in cima. Si conserva in frigo.
E con ciò che avanzerà cosa ci possiamo fare?…..Ma dei deliziosi bicchierini!!!

 

21 Comments

  1. no non puoi fare così…il montblanc lo adoro ma non l'ho mai fatto capirai a casa mia durerebbe un nano secondo…le meringhe con la farina? questa non la sapevo!!!!io le faccio nella versione classica e posso dirlo che anche a me mi vengono bene…per le castagne quelle fresche for ever non c'è paragone basta comprare i marroni che sono più facili da sbucciare e pelare. la prossima volta ch eci vediamo me ne porti un pezzo???kiss

  2. Sabry, guardando il post sono riandato in crisi di astinenza del tuo Montblanc. Non dico di rifarmelo tutto (magari) ma almeno quelle favolose meringhe si !!!!!

  3. Claudiaaaaaa! Anche a me venivano bene le meringhe ma da quando, incuriosita, ho scoperto questo metodo sono rimasta senza parole! Ti vengono da manuale!

Ogni commento é gradito