La Molisana: un piacevole incontro!

Pasta_molisana
 
Durante le due conferenze stampa e i tre intensi giorni dell’evento Arti e Mestieri alla Fiera di Roma, Silvia ed io abbiamo avuto il piacere di conoscere diversi produttori delle più svariate tipologie di cibo. Persone che credono in quello che fanno, orgogliosi del lavoro che svolgono senza non pochi sacrifici. In quel contesto abbiamo conosciuto anche Fabrizio Savigni (Marketing and Public Relations Consultant presso la Molisana Spa), persona deliziosa con cui abbiamo scambiato gradevolmente due chiacchiere. Conseguenza di questi incontri, è stato un piacevolissimo caffè in centro a Roma con Rossella Ferro, Marketing Director della Molisana e appunto Fabrizio. Devo essere sincera, questo incontro un pò mi intimoriva mi aspettavo una donna diversa: Rossella, oltre ad essere bellissima è una donna molto piacevole. Donna, mamma, manager ha fatto di tutto per metterci a nostro agio e con la semplicità che contraddistingue le persone valide, ci ha descritto il suo lavoro, i progetti, le conquiste. Ascoltarla è stato un piacere, capire in che modo la sua famiglia riportò lustro ad una grande azienda italiana, come La Molisana, caduta in disgrazia, in un territorio anche poco conosciuto e poco valorizzato come il meraviglioso Molise. Ricreare un brand e farlo rinascere dalle ceneri non deve essere stato facile, non basta eseguire un restyling delle confezioni: una storica esperienza del Gruppo Ferro, storici mugnai di Campobasso, che è arrivata alla quarta generazione, l’intuizione, stare al passo con i tempi, avere a che fare con acquirenti consapevoli e lottare, anzi sgomitare con la concorrenza, magari più potente…tutto ciò con determinazione e con la sapienza di chi questo mestiere ce l’ha nel DNA. Curioso come la gente, ma anche io stessa, vada in giro ad acquistare, prendendo dagli scaffali cibo, oggetti, senza minimamente chiedersi o lontanamente pensare a chi ci sia dietro. Venire a conoscenza di realtà come queste ti permette di riconciliarti con i prodotti, di effettuare un acquisto consapevole e di guardarli con un’occhio più attento, con più rispetto!  Interessante è stato ascoltare Rossella mentre ci informava delle collaborazioni con il Centro di Salute Mentale: una possibilità di lavoro data a persone che altrimenti non avrebbero più stima in loro stessi  e così è nato Seme di Luce, il marchio le cui attività sono indirizzate a sostenere giovani talenti negli studi. Questi bellissimi braccialetti, di cui abbiamo avuto l’onore di esserne omaggiate, all’interno di un simpatico porta spezie creati con fili di seta e un formato divertente molto piccolo di pasta, ne sono un esempio.
 
 
 
Eppoi c’è lui, simpaticissimo! Mi ha fatto subito allegria: Spighetto!!! Essì i bambini non potevano mancare, credo che siano i migliori buongustai che un mastro pastaio possa desiderare! E Spighetto è nato proprio per loro: un libretto di ricette con solo piatti unici! Geniale! E il fashion dove lo mettiamo? Ma cosa c’entra con la pasta? Eh, eh, e invece c’entra eccome! Food e fashion di nuovo insieme, connubio apparentemente stonato ma che in realtà trova la sua forza nella stretta collaborazione ed unione d’intenti. Le eccellenze si raggiungono parallelamente: Acqua purissima e grano di qualità si traducono in ottima pasta, tessuti pregiati e decori di mani mirabili si trasformano in abiti-capolavoro. Il legame si evince subito, gli obiettivi sono i medesimi: high profile. Nel 2013, oramai alle porte, l’azienda pastaria molisana lancerà il primo contest per la creazione di nuovi abiti facendo scouting di designer e promuovendo il confronto tra i vari artisti.
Ecco un esempio del contest:  un abito interamente realizzato con pasta, penne per la precisione, con nastri colorati e fili di seta! Bellissimo! Per questo ve ne ho voluto parlare, perchè si sappia, perchè sono italiani che rimangono in Italia e lavorano con italiani! Proprio a me, che non ho pubblicità, non ho sponsor. Mi hanno omaggiato di una campionatura della loro pasta: Le Quotidiane, Le Regionali e Le Specialità. Ho dato la mia disponibilità a testarla e lo farò molto volentieri. Quindi stay tuned!
 

 

15 Comments

  1. sabry innanzitutto complimenti per questa nuova collaborazione, conosco la pasta molisana, ottima! grazie per averci descritto nei minimi dettagli anche il dietro le quinte.. la conferma che dietro un ottimo prodotto c'è sempre un team ingamba.. ps l'abito di pasta è spettacolare! un abbraccio e buon fine settimana:*

Ogni commento é gradito