Pollo con lemon gras e peperoncino verde per l’ABCedario Culinario Mondiale

P1010149_1_1_2
Cari amici viaggiatori ci troviamo nientemeno che in Vietnam e siamo ospiti a casa della nostra ambasciatrice Sabrina del blog Les Madeleines di Proust . Sabry ci racconta la storia del Vietnam della guerra passata e del riscatto sociale attualmente in pieno sviluppo. Ma in questa sede io voglio parlarvi di altro…voglio parlarvi di oggi…
Dalla metà degli anni Ottanta, grazie al boom economico e al ritorno di molti vietnamiti in patria, incoraggiati dal governo a iniziare nuove attività, in Vietnam il numero di ristoranti è cresciuto moltissimo: si va dai locali più lussuosi ai tanti bar e chioschi, dove è possibile consumare un pasto veloce.
Esistono, innumerevoli corsi di preparazione al mestiere ma, sopratutto, un pò ovunque si percepisce la passione per la cucina. Gli ingredienti di alta qualità sono facilmente reperibili e, grazie alle diverse varietà di frutta e verdura coltivate, del riso e dei prodotti ittici disponibili, sono davvero poche le merci importate.
I ristoranti curano tutti gli aspetti dell’accoglienza, dall’atmosfera, spesso creata con una bottiglia di ottimo vino francese, alla eccellente qualità delle materie prime.
La moderna cucina vietnamita è un connubio tra vecchio e nuovo: ricette delle generazioni passate si intrecciano con piatti innovativi studiati per i consumatori locali sempre più esigenti e abituati a viaggiare.
La lunghezza dei tempi di preparazione e cottura richiesti dalla cucina vietnamita, qualche volta rende la frequentazione dei ristoranti tipici un lusso, visto che oggi impera uno stile di vita frenetico. Per questo motivo, chef e insegnanti stanno studiando nuovi metodi che, pur preservando lo spirito originario della cucina, rendono la preparazione più semplice e veloce, anche quando si cucina a casa. Benchè questa tendenza alla semplificazione sia in aumento, rimane intatto il rispetto verso quei piatti della tradizione di Hue che richiedono il tempo maggiore.
La cucina vietnamita è basata principalmente su riso, pesce e verdure fresche.
L’olio si usa poco, tranne che per i fritti e le insalate sono condite appena.
I menù sono pieni di zuppe leggere e salutari, come la deliziosa canh chua thom ca loc e i dessert vanno dalla frutta fresca all’ottimo yogurt fatto in casa.
Spesso i piatti sono accompagnati da succo fresco di canna da zucchero.Il piatto che vi propongo io è a base di pollo accompagnato dall’irrinunciabile riso al vapore
(ho cambiato alcune cose, preso da qui).





Pollo con lemon gras e peperoncino


500 g di pollo
5 cucchiai di olio di sesamo
1 spicchio di aglio tritato
1 cipollotto tritato
due bacchette di lemon gras
3 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai di salsa di ostriche
coriandolo fresco q.b.
coriandolo vietnamita q.b.
peperoncino verde 1
zucchero di canna un cucchiaio

Lemon gras
E’ un’erba che ha lo stesso aroma e profumo del limone. La parte commestibile è quella interna, sopra le radici, che è tenera e umida. Per mondarla occorre eliminare gli strati esterni. Il bastoncino mondato va aggiunto intero (è meglio) o a pezzetti durante la cottura per aromatizzare la pietanza, ma non deve essere consumato.
(io l’ho mangiato e devo dire che non ho gradito moltissimo il suo sapore, mentre invece il suo aroma è delizioso)

Tagliare il pollo a striscioline ed io consiglierei le sopracosce disossate solo perchè il petto tende un pochino a rimanere stopposo. Prendere una wok e versare l’olio di sesamo, aggiungere l’aglio tritato finemente, il peperoncino tagliato a metà e la lemon gras. Fate saltare e dorare. Aggiungere la cipolla e lasciare sul gas un paio di minuti. Ora inserire il pollo e far cuocere mescolando sempre, quando il pollo sarà cotto unite la salsa di soia, la salsa di ostriche, lo zucchero. Mescolare bene facendo saltare e addensare la salsa. Guarnire il piatto con i due tipi di coriandolo.
 
Con questa ricetta partecipo all’Abbecedario Culinario Mondiale ideato da Aiuolik

3 Comments

  1. Bello, mi piace, facile e veloce, ma dove cavolo hai trovato il lemongras e il coriandolo io non trovo nulla o le cose me le coltivo o niente…la ricetta è interessante la farò per i miei figli ma prima devo trovare questa benedetta salsa di ostriche che mi ha fatto impazzire il fine settimana…bene e anche il Vietnam lo possiamo salutare, e adesso voliamo in terra d'Africa…

  2. Mai visto il lemon gras.. o si?? ha l'aspetto di un porro pi sottile.. oppure di una specie di cipollotto.. Ora mi hai messo curiosità.. Deve essere una ricettina niente male.. baci e buon w.e. 🙂

  3. Il lemon gras lo conosco assaggiato ma qui a Trieste trovato una volta sola. La maggioranza non sa di cosa trattasi. Mi riservo di fare la ricetta quando sarò in campeggio in Austria li ho tutti gli ingredienti.
    Buona domenica.

Ogni commento é gradito