Omega 3 rosa salmone

PC307054
Dicono proprio così: il salmone è ricco di omega 3….sapevo che era un pesce un pò grasso ma dicono grasso “buono” e così mangiamo salmone! Devo dire che le feste non sono ancora finite ma già (almeno mentalmente) mi dirigo verso un pensiero salutistico e dietetico…..ssssss non lo dite in giro…..ma la primavera è immenente!!! E doooooolore terribile ci toglieremo, prima ancora di ciò che pensiamo, i famigerati giacconi, cappotti e palandrane varie….Sarà dura lo so già ma l’importante è iniziare! E quindi tornando al mio bel salmone di 2 Kg, che ne faccio? Prima l’ho sfilettato, lo sò è ardua manovra ma chi vuole può farsela sfilettare dal pescivendolo, io preferisco farlo da me. Ho pulito bene i filetti togliendo lateralmente le pinne e rifilandolo in maniera regolare. A questo punto ho deciso di macerarlo con sale e zucchero, come? Si versa in una ciotola sale e zucchero in egual peso…per es. se ho un filetto di circa 1 Kg metterò circa 600 gr. di zucchero e 600 gr. di sale fino. Personalmente preferisco aromatizzare la marinata con aneto tritato secco (è difficilissimo trovarlo fresco) e vari pepi: rosa, nero, verde alla vaniglia, ecc…Si mescola bene con le mani e in un vassoio ovale si versa una parte di questa marinata si adagia il filetto dalla parte della pelle e si ricopre della restante marinata aromatizzata. Si mette in frigo per 24 ore.

Al momento di toglierlo vedremo che avrà tirato fuori un bel pò di acqua e si sarà un pò ritirato come volume. Si lava bene sotto il getto dell’acqua e si asciuga con carta da cucina…..Evoilà è pronto!
Lo aromatizzo ancora con poco aneto e i pepi un pò tritati (i pepi lunghi sono pepe di Selim-Senegal, molto aromatico). Per servirlo tagliarlo con un coltello ben affilato, le prime 2/3 fette verranno sottili ma inclinando il coltello nel taglio si farà assumere al pezzo la forma obliqua per cui le fette verranno più larghe e più belle da vedere.
Quello che vedete in foto sono dei creakers con l’aneto e poi così in maniera sfiziosa per chi può…:-) ho preparato del burro all’arancia……ci stà proprio bene….sigh, sob…
Creakers all’aneto
150 gr. di farina di farro
1 cucchiaio di olio extravergine
un bel cucchiaino di sale
acqua q.b.
Si impasta il tutto si stende non molto sottile, perchè come vedete non c’è lievito, e si tagliano con  un coppapasta o una tazzina. Si mettono in forno già caldo a 200°C per 15 minuti.
Burro aromatizzato all’arancia (della mia chef Necci Bertini)
buon burro 250 gr.
la scorza di 2 arance
il succo di 2 arance
sale e pepe
Far ammorbidire a temperatura ambiente il burro poi aggiungere gli ingredienti schiacciando con una forchetta e poi mescolando cercando di far incorporare bene il succo (è l’operazione più difficile ma si può fare). Poi ricomporre la forma cilindrica e mettere in frigo per almeno 1 giorno. Buon anno e buon abbinamento di sapori….sempre!

Ogni commento é gradito