Mattonella di Mele Rosa dei Monti Sibillini

PC283846_2
 

Oggi ultimo giorno dell’anno volevo fare un bilancio…Essì è la giornata dei bilanci! Fateci caso, tutti che ti augurano (compresa me) una buona fine e un buon principio; gente che tira le somme di un anno molto difficile; chi è un intramontabile ottimista e ti assicura che il prossimo anno sarà la “svolta” e foodblogger che compongono simpatici e riassuntivi trailer dove raccontano un anno di successi in cucina e foto da sballo! Beh, personalmente non voglio dribblare questo rituale ma non voglio nemmeno tediarvi, in fondo è stato un anno il mio come quello di molti altri: gioie per piccoli e grandi traguardi e lacrime per grandi perdite; preoccupazioni; soddisfazioni e tanto tanto amore per mio figlio! Ma ci sono stati due episodi importanti che hanno reso questo anno da foodblogger particolarmente soddisfacente: la manifestazione di “Alofood Camp ad Apecchio città della birra” che ho avuto l’onore di conoscere grazie all’Azienda Agricola “I Fornelli” e che successivamente ho approfondito grazie a Massimo Cardellini e Giuseppe Collesi (a proposito per voi ho in serbo una sorpresa!) e l’altra simpatica ed istruttiva iniziativa sponsorizzata da Luca Marcelli su le “Mele Rosa dei Monti Sibillini” a Montedinove. Due eventi importanti per la Regione Marche che ha deciso di sponsorizzarsi non solo attraverso i canali turistici ma anche attraverso le foodblogger e la loro fantasia in cucina! Per augurare a tutta la Regione Marche un proficuo e intelligente anno ho voluto proporvi una torta di mele buona e confortevole come tante altre ma la mia è speciale e sapete perchè? Perchè questa ricetta è della mia chef Necci Bertini a cui auguro un meraviglioso anno di successi e perchè la mia torta è piena di agrifogli porta fortuna!!!! 😉 E la voglio dedicare anche all’ospitalità in generale, quella che attira e coccola il turista proprio come è successo a me a Montedinove nell’Oasi Biologica di Giovanni ed Irma!

La loro è stata un’ospitalità gentile, premurosa e discreta. Ora vi mostro alcune foto che ho scattato e vedrete la bellezza di questo posto. Purtroppo non mi sono fermata molto e me ne dispiace perchè Giovanni e la sua famiglia sono stati una scoperta continua: offrono molto al turista e tutto per renderne la permanenza un ricordo indelebile. Hanno un olio meraviglioso e Irma prepara manicaretti a non finire sopratutto la mattina.

Pensate che prima di partire ho dimenticato parte dei bagagli all’Oasi e Irma con la massima premura mi ha rispedito tutto! E’ stata veramente gentile e la ringrazio di cuore! E quindi alzando i calici al nuovo anno brindiamo all’ospitalità e gustiamoci un pezzetto di questa Mattonella Sibillina!
 

Mattonella Sibillina

Impasto base
Burro 200 gr.
Zucchero 200 gr.
Farina 200 gr.
Uova 3
Buccia di 1 limone


Ripieno
Mele 6 (io Mele Rosa dei Monti Sibillini)
Zucchero 4 cucchiai
Acqua 1 tazza (225 gr.)
Succo di 1 limone


Ghiaccia
Zucchero a velo 225 gr.
Albume 1
Succo di 1 limone
Impasto: Sbattere burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino a consistenza cremosa. Unire un uovo alla volta, la buccia del limone grattugiata e per ultimo la farina setacciata. L’omissione di lievito non è un errore!
Ripieno: Pelare e tagliare le mele in quarti. Metterle in una casseruola aggiungere l’acqua, lo zucchero e il limone e cuocerle fino a che le mele diventeranno tenere. Versarle su un cola pasta e tenetevi il liquido vi potrà servire per bagnare un pan di spagna o una volta raffreddato e tenuto in frigo è un ottimo succo di mela da bere. Farle scolare bene e raffreddare. Poi schiacciarle con una forchetta e farne una purea.
Sistemare metà dell’impasto in una teglia imburrata ed infarinata 20×20 cm. Spalmare sopra la purea di mele (mettetela tutta se le mele sono piccole ma se avete solo mele grandi o medie regolatevi che ne deve venire uno strato abbondante di almeno 1 cm e 1/2 semmai il resto lo mangiate). Coprire ora con l’altra metà dell’impasto e questa è la parte più complicata per cui vi consiglio di distribuire 4 cucchiaiate sulla purea eppoi con il dorso di un cucchiaio che avrete cura di bagnare spesso e con molta pazienza spalmate l’impasto cercando di non tenere parti scoperte in tutto il perimetro e niente buchi da dove potrebbe fuoriuscire la purea di mele. Cuocere in forno già a 170°C per 40 m. circa. Una volta raffreddato spalmare il dolce con la glassa preparata mescolando tutti gli ingredienti e decorare a piacere e secondo le occasioni. Si può servire intera o a quadrotti dentro a pirottini di carta colorata.

 

6 Comments

  1. Grazie di avermi fatto ripercorre quei giorni bellissimi, hai ragione è stata un'esperienza davvero importante e abbiamo conosciuto persone belle…la Mattonella è splendida e immagino ottima, appena arrivano le mele (che io ho finito) la faccio…un abbraccio cara amica mia e che l'anno nuovo ci porti un sacco di eventi…noi ci divertiamo…baci

  2. Bella! La prossima volta ti seguo!!! La torta di Chef Necci Bertini sicuramente sarà strabuona e tu ce l'hai confezionata inmaniera così carina e deliziosa da renderne veramente tutto l'onore che merita. Auguri amica mia!!! E mille di questi eventi!

  3. Sibillino è un bell'aggettivo…e anche in questo dolce è perfetto!!Buon anno…(anche se commento pochissimo leggo sempre volentieri…)!

Ogni commento é gradito